Nuova vita per le vecchie infrastrutture

La sfida del mercato

Gli Enti oggi hanno il compito di fornire servizi e infrastrutture che aiutino i cittadini a mantenere uno stile di vita sicuro, attivo e sereno. Dall’adeguata illuminazione delle strade, alla visibilità sui marciapiedi per i pedoni, l’illuminazione comunale è uno dei sistemi più preziosi e necessari.
Purtroppo la maggior parte delle infrastrutture di illuminazione sono basate su tecnologie antiquate e inefficienti. Richiedono continui interventi di manutenzione per far fronte alle sostituzione delle lampade: la manutenzione dei punti luce può rappresentare oltre il 20% della spesa energetica di una città.
La tecnologia di Cynergi Lighting risponde all’esigenza di avere un’illuminazione autonoma ed intelligente.
Grazie al suo background tecnico ed alle sue competenze Cynergi Lighting è in grado di fornire un prodotto ed un sistema che insieme rispondono alla soddisfazione di tale esigenza, che può permettere a tutte le città, sia grandi che piccole, di risparmiare centinaia di migliaia di euro l'anno.

Retrofit delle infrastrutture

ATON è la soluzione che consente alle città di effettuare un retrofit delle ormai obsolete infrastrutture di illuminazione con una tecnologia a lunga durata ed intelligente.

Ogni punto luce è composto da un numero variabile di schede LED ad alte prestazioni, dotate ognuna di un sistema Cynergi DRIVERLESS® che non necessita di alimentatore, una scheda di controllo programmabile ed un modulo di comunicazione in radiofrequenza (opz.). Ciascuna delle schede LED è caratterizzata da prestazioni superiori ai 160 lumen/Watt, da alimentazione autonoma e ottiche intercambiabili.

La scheda di controllo, dotata di microprocessore a 32bit, con sistema operativo Cynergi LOS (Light Operating System) è in grado di gestire 4 sensori od attuatori esterni, l’intensità luminosa delle schede LED, misurare il consumo istantaneo, effettuare la compensazione della curva di decadimento LED, gestire la mezzanotte virtuale a 10 livelli e 6 frazionamenti orari e gestire la autocompensazione dei guasti sui LED (sino al 20%).

In particolare, secondo la normativa stradale UNI-11248:2007 è possibile classificare dinamicamente le strade, declassandole fino a due categorie in meno, riducendo il flusso per alcuni periodi della notte quando il traffico è ridotto.

La singola armatura stradale è in grado di operare in modo autonomo come una classica armatura stradale, una volta collegata in rete però, questa è in grado di estendere la propria funzionalità: operando in modalità dinamica può regolare il flusso luminoso in modo contestuale (traffico, pioggia, nebbia), monitorare in continuo i consumi elettrici, verificare eventuali dispersioni sulle linee, comunicare lo stato del dispositivo, interfacciarsi con sensori ed allarmi.

Questa rete viene poi monitorata attraverso un programma di controllo e regolazione, che viene utilizzato dall’installatore per la manutenzione e la programmazione del sistema.

Una connessione in remoto per una supervisione può essere messa a disposizione dell'Ente o dell'Azienda.

Gli Enti o le Aziende, non hanno più la necessità di aspettare la segnalazione di un guasto da parte di un utente o di effettuare controlli con ispezioni programmate, il manutentore sarà sempre aggiornato sulla situazione. Il sistema può anche aumentare l'illuminazione di specifici punti luce per coadiuvare situazioni di emergenza (allarmi, incidenti ecc.).

Vuoi capire meglio di cosa si tratta?

contattaci subito
ScrollOnTop